Senatore della Repubblica XVII Legislatura

Seduta n° 70 del 13/06/2003

Disegno di legge n. 351/7^ di iniziativa della Giunta regionale, recante: “Provvedimento generale recante “Norme di tipo ordinamentale e finanziario collegate alla manovra di finanza regionale per l’anno 2003, articolo 3, comma 4, legge

Paolo NACCARATO (UPR)

Presidente, io sono d’accordo con l’emendamento proposto dal collega Rizza, però voglio sottoporre all’attenzione dell’Aula che il castello di Fiumefreddo Bruzio, sul quale la Regione sta completando proprio in queste settimane un intervento straordinario e all’interno del quale ci sono degli affreschi di gran pregio del maestro Fiume, è un bene inestimabile, al pari – credo – di questi altri castelli. Oltretutto, questo castello – e mi farà piacere invitarti un giorno – è del 1050 circa ed è a strapiombo sul mare, l’assessore Gentile lo conosce bene, è in una posizione veramente straordinaria.

Allora, se non c’è una prescrizione rigida, onorevole Rizza, che ne fa impedimento – se c’è, naturalmente mi rimetto – vorrei aggiungere anche Fiumefreddo.

Domenico RIZZA

Collega Naccarato, questo è un intervento sulla gestione, non un intervento sulla struttura. Questi sono fondi destinati alla gestione, cioè vanno a coprire spese di gestione.

Le faccio un esempio… (Interruzione di registrazione)… si spendono 70 milioni l’anno e i piccoli Per gli interventi di carattere strutturale sono diverse le strade.

Paolo NACCARATO

Difatti, ho capito bene, onorevole Rizza, è proprio questo il punto che pongo all’attenzione, poiché la Regione ha sborsato – credo – intorno ai 10 miliardi ed è in via di completamento, in queste settimane la società consegna al Comune i lavori finiti, si pone esattamente un problema così come è descritto dal collega Rizza, cioè di preservare il bene sul quale, peraltro, c’è stato un impegno di spesa enorme. Quindi, io ho inteso bene, onorevole Rizza, e – ripeto – se non c’è una prescrizione particolare, se potessimo includerlo, credo che faremmo una cosa utile.

(Interruzione)

Paolo NACCARATO

Mi rivolgo al relatore e al Presidente della Giunta, in particolare, non essendoci l’assessore Luzzo.

Debbo dire che su questo comma 6 ho delle serie perplessità. Voi sapete, e l’assessore Luzzo sa prima di noi tutti, che le aziende sanitarie, i direttori generali prima e i commissari poi, malgrado i tentativi reiterati dell’assessore Luzzo di contenere al massimo e di bloccare questo “assalto alla diligenza” che è in corso, hanno continuato in un regime di totale irresponsabilità politica a bandire concorsi, a promettere posti e a fare un’attività che contrasta, da questo punto di vista, con le necessità di contenimento della spesa che impone a tutti, in particolare alla Calabria, la nuova congiuntura.

Sono preoccupato – lo dico al relatore – della stessa formulazione del comma 6 – e mi riferisco in particolare al comma 6 – che lascia un po’ troppo i cordoni aperti e sana delle situazioni sulle quali, oggettivamente, lo stesso assessore alla sanità mi ha detto personalmente di avere riserve e preoccupazioni.

Io invito il governo della Regione, invito il relatore e, se è necessario, sospendiamo mezzo minuto per consentire una consultazione telefonica anche con Luzzo, a valutare se non sia il caso di soprassedere al comma 6, perché oltretutto rischia di costituire un precedente delicatissimo e diseducativo anche sul piano pedagogico, per cui ciascuno si può sentire autorizzato a fare tutto, anche in contrasto con la legge, e malgrado – lo voglio ripetere e sottolineare – l’appassionata opera dell’assessore Luzzo che ha cercato, in tutti i modi, di porre un freno a tale situazione.

Allora il mio invito è quello di una riflessione e, se è possibile, ritirarlo e soprassedere, altrimenti chiederò la votazione per parti separate e annuncio il mio voto contrario sul comma 6.

Paolo NACCARATO

Presidente, io le ho detto che se non veniva accolta dal governo e dal relatore la mia proposta…

(Interruzione del Presidente Fedele)

…si vota per parti separate perché ho annunciato il mio voto contrario al comma 6.

PRESIDENTE

Stavo dicendo che lei vota tutto l’articolo 17, escluso il comma 6.

Pongo in votazione l’articolo 17.

(E’ approvato)

NEWS-COMUNICATI

12/12/2017
“In questa convulsa fase pre-elettorale Rinascimento, di Vittorio Sgarbi e Giulio Tremonti, rappresenta un brand innovativo e di grande ...
leggi tutto

19/11/2017
L’ex cossighiano Paolo Naccarato spiega e svela progetti, ambizioni, curiosità e screzi sui due politici che alle prossime elezioni si ...
leggi tutto

fiumefreddo bruzio

Fiumefreddo Bruzio

link utili

attività legislative